Home

Come si sa i decimali contano poco“, ha detto oggi Padoan. Che giusto un anno fa (27 febbraio 2015) aveva fatto annunciare dai media di regime che l’Italia era fuori dal tunnel per via di una crescita dello 0,1% (il titolo di Repubblica nell’occasione: “L’Italia rivede la crescita: l’Istat prevede un +0,1% del Pil“).
Ma non è una questione di decimali: è una questione di credibilità. Il governo Renzi racconta balle sistematicamente non tanto per ingannare la gente (nessuno sano di mente può ormai prestare fede alle loro promesse e analisi); piuttosto di svuotare qualsiasi discorso, di rendere gli italiani diffidenti di qualsiasi affermazione e progetto. Perché quando tutto è gossip e cazzata, quando regnano l’indifferenza e il sospetto, chi è al potere ci rimane.
In effetti l’intera questione delle percentuali di crescita serve a mantenerci nella convinzione che l’unica cosa essenziale sia il PIL. Sono decenni che i sacerdoti del libero mercato lo ripetono: e l’unico risultato è stato l’osceno arricchimento di pochi speculatori senza patria e privi di vincoli di appartenenza, al prezzo della distruzione dell’ambiente, dell’impoverimento della classe media, del decadimento della qualità della vita, dello sfaldamento delle comunità. Il punto non è se il PIL cresca o cali o di quanto: in America sono anni che cresce stabilmente e tutti i profitti, tutti, sono andati all’1% della popolazione, in particolare ai pochissimi miliardari che possiedono i Padoan e i giornali che amplificano le loro esternazioni. Il punto è cosa viene fatto per impedire che le imprese italiane vengano svendute a multinazionali estere o delocalizzino in paesi dove il costo del lavoro è bassissimo e le tasse pure o facciano lavorare gli immigrati a tre euro all’ora, come Eataly, il gioiello di famiglia del renzismo.
I decimali contano poco? Basterebbe imporre una Tobin tax dello 0,5% su ciascuna transazione finanziaria internazionale e le grandi banche d’affari perderebbero il controllo del pianeta. Ma non ho dubbi che i liberisti combatteranno fino all’ultimo sangue (degli altri: quando fosse il loro si arrenderebbero subito) per impedire che i decimali possano contare.